Venerdì, 02 Agosto 2019 20:31

Polpette di ricotta e patate al forno

Polpette di ricotta e patate al forno Polpette di ricotta e patate al forno
Num. persone:
4 persone
Cottura:
20 minuti
Preparazione:
15 minuti
Difficoltà:
Facile
Ingredienti:

500 g. patate

250 g. ricotta

50 g. parmigiano grattugiato

1 uovo

qualche foglia di basilico

pane grattugiato q.b.

olio extravergine di oliva q.b.

sale e pepe q.b.

Le polpette di ricotta e patate al forno sono un secondo piatto vegetariano semplice e veloce da preparare,  perfetto anche come sfizioso aperitivo. Sono ottime sia  calde che fredde e sono leggere perchè cotte al forno con pochissimo olio. 

 PREPARAZIONE:

  1. Lavate le patate,  disponetele in una casseruola capiente riempita  con abbondante acqua fredda,  fatele  cuocere a fuoco medio (il tempo di cottura varia a seconda della grandezza, fate una prova con i rebbi di una forchetta, quando entrano facilmente la patata è cotta). Scolatele, fatele intiepidire e passatele nello schiacciapatate.
  2. Mettete  in un recipiente le patate schiacciate, la ricotta, il parmigiano grattugiato,  l’uovo, il basilico tritato, due cucchiai di olio, poco sale e un pizzico di pepe. Unite il pangrattato poco per volta, in quantità sufficiente a rendere il composto morbido e lavorabile (la quantità di pangrattato può variare a seconda di quanto le patate siano farinose). 

  3. Per formare le polpette  prendete con un cucchiaio il composto, dategli una forma rotonda, passate la polpetta nel pangrattato e ponete le polpette sulla placca del forno ricoperta di carta forno spennellata di olio. Lasciatele riposare 5 minuti poi giratele (in questo modo l’olio si distribuirà in maniera uniforme su ambedue i lati della polpetta e non dovrete oliare ulteriormente).

  4. Infornate a forno caldo a 200° per venti minuti circa, voltandole delicatamente a metà cottura, fino a quando saranno dorate da ambo i lati. Servite calde, tiepide o fredde.  

NOTE:

Per utilizzare meno olio, sulla carta forno mettete un cucchiaio d’olio e distribuitelo con un pennello da cucina. Fate la prova e vedrete che utilizzerete la metà dell’olio che normalmente utilizzate.

  1.