Lunedì, 09 Aprile 2018 18:47

Organizzare la dispensa per evitare sprechi

 

1: PULIZIA

Se vi è capitato di dover buttare via il contenuto della vostra dispensa  a causa di infestazioni di farfalline o vermi, avrete ben presente l’utilità di provvedere ad una pulizia periodica. Almeno due volte all’anno vuotatela completamente, pulitela con un buon detergente, lasciatela asciugare prima di riporre di nuovo  i prodotti e approfittatene per verificarne le scadenze.   

Anche i contenitori devono essere puliti con regolarità, basta metterli in lavastoviglie man mano che si svuotano e poi farli asciugare bene. Le farine non andrebbero conservate a lungo perché, a  causa del calore e dell’umidità della cucina, sono facile ricettacolo per le tarme della farina e si formano vermi o insetti che poi vanno ad infestare gli altri alimenti. Potete cercare di prevenirli confezionando dei sacchettini con vecchi collant o sacchettini di confetti nei quali inserirete alcune foglie di alloro e qualche chiodo di garofano oppure potete utilizzare dei dischetti di cotone imbevuti di olio essenziale di lavanda.

 

2: ORDINE

Ordinate i prodotti suddividendoli per tipologia di alimento e in base alla frequenza con la quale li usate, cercando di tenere a portata di mano quelli di uso frequente e quelli con la scadenza più vicina. Individuate la zona colazione,  la zona pasta e riso e  quella condimenti, ecc. in questo modo troverete sempre velocemente le varie provviste. Pasta, riso e farina, cereali e altri alimenti secchi, una volta aperte le confezioni, devono essere sistemati in contenitori a chiusura ermetica. Potete anche riutilizzare i barattoli di vetro che si usano per marmellate e conserve, ben lavati e asciugati.

 Tagliate il pezzo della confezione di provenienza con le indicazioni che vi possono servire (scadenza, tempi di cottura, ecc.) e lasciatelo dentro il barattolo. Potete utilizzare delle simpatiche etichette  per descrivere il contenuto (farina, zucchero, ecc.).

3: NO AL SOVRAFFOLLAMENTO

Evitate di riempire troppo la dispensa: non troverete quello che vi serve  o rischierete di trovarvi senza un ingrediente indispensabile e, soprattutto, non riuscirete a consumare tutto e sprecherete del cibo, vanificando l’effetto risparmio degli acquisti scontati. Comprate solo quello che vi serve e fate scorta di prodotti in offerta solo se siete sicuri di consumarli prima della scadenza.

 

4: FATE UN ELENCO DEGLI INDISPENSABILI

Potrebbe essere utile avere un elenco delle cose che, per le vostre abitudini, non possono  mancare nella dispensa: pasta di vari formati, riso, sale, olio, farina, polpa di pomodoro, ecc. Integrate il vostro elenco con prodotti “da emergenza”; quei prodotti cioè  che hanno scadenze lunghe e che possono servire in caso di ospiti inaspettati o di una cena improvvisata: tonno e  legumi in scatola, pomodorini sott’olio, olive, ecc. Tenete a portata di mano una lavagna o carta e penna per scriverci man mano i prodotti terminati.

 

5: VIVA LA TECNOLOGIA

Esistono delle app per il cellulare che permettono di tenere sotto controllo la dispensa e di fare la lista della spesa scegliendo gli alimenti tra quelli preimpostati e  aggiungendo i propri prodotti in maniera facile e veloce. In alternativa potreste crearvi la vostra lista con un foglio excel o utilizzando dei fogli autocompilanti che trovate sul web (es. http://www.abspace.it/KitchenSpace/lista_della_spesa_componibile.asp ).