Martedì, 03 Aprile 2018 12:14

Una spesa senza sprechi

1: FATE SEMPRE LA LISTA DELLA SPESA

 

Preparate in anticipo una lista della spesa articolata per prodotto e suddivisa per reparti,  in maniera da non dover girare tutti gli scaffali a vuoto. L’ideale sarebbe organizzare il menù settimanale in maniera da acquistare solo ma tutto quello che serve. Vi accorgerete che vi sono alcuni prodotti che servono sempre (pane, latte, insalata, uova, formaggi, ecc.), altri che dovete acquistare con determinate cadenze (detersivi, prodotti per l’igiene personale, olio, sale, ecc.), altri ancora che servono “una tantum”: potrebbe essere utile preparare una lista in formato elettronico da spuntare e stampare.

In quasi tutti i supermercati trovate all’inizio frutta e verdura; come resistere davanti a delle bellissime e profumate mele, ceste di invitanti limoni, fresche e vivaci insalate, succulenti cestini di fragole? Ricordate che frutta e verdura sono molto deperibili e quindi, se proprio non riuscite a resistere alla salutare tentazione di acquistarne in quantità,  organizzate il vostro menù ed evitate sprechi. Tenete inoltre presente che frutta e verdura confezionate costano il 30% in più che acquistate sfuse, senza contare la possibilità di scegliere personalmente il prodotto migliore.

E’ alla cassa poi che si consuma il delitto: ci arriviamo esasperati e con i bambini stanchi ed affamati e ci ritroviamo, a destra e a sinistra, un muro di caramelle, cioccolatini e gomme da masticare: ricordiamoci della fatica che abbiamo fatto per smaltire quel chilo in più e patti chiari con i bambini, per evitare acquisti non solo inutili ma poco sani.

 

2: FATE LA SPESA CON LO STOMACO PIENO

Studi consolidati hanno evidenziato che entrare in un supermercato affamati induce ad acquistare prodotti in eccesso, cibi poco sani e con troppe calorie: basta fare prima un piccolo spuntino per ridurre l’effetto.

 

3: NON FATEVI INCANTARE DA PROMOZIONI O OFFERTE

Considerate che in un ambiente saturo di sollecitazioni come il supermercato il nostro cervello tende a ridurre il tempo di elaborazione ed è quindi facile farsi fuorviare; attenzione ai prezzi troppo ricchi di 9 (12,99 è 13 ma tendiamo a leggerlo come 12),  controllate la vostra lista e comprate il prodotto in offerta solo se rientra nella lista. Il supermercato persegue uno scopo di lucro, non è un benefattore, il mancato guadagno di un prodotto in offerta (tipo compri due paghi uno) è compensato con maggiorazioni su altri prodotti che sarete invogliati ad acquistare. Approfittate delle offerte per fare scorta di cose che effettivamente utilizzate e non facilmente deperibili e  considerate che perdere una ”offerta” vi costa meno che comprare una cosa che non vi serve.

 

4: LEGGETE LE ETICHETTE, COMPRESO IL PREZZO AL KG

Non abbiate fretta e prendetevi il tempo che vi serve per i vostri acquisti. I supermercati, sapendo che la maggior parte dei consumatori va di fretta, posizionano i prodotti più costosi a livello degli occhi e spostati verso sinistra (perché leggiamo da sinistra verso destra e i prodotti a sinistra li vediamo per primi); guardate bene tutto lo scaffale, anche la parte bassa, per confrontare correttamente tutti i prezzi. Leggete le etichette e anche il prezzo a peso. Noterete che i prodotti che siete soliti acquistare (es. il lievito per dolci, i pacchetti dei fazzoletti, i tubetti del dentifricio, chi si mette a contare gli strappi dei rotoli di carta igienica?) non sono aumentati di prezzo ma sono DIMINUITI DI QUANTITA’. Si tratta di aumenti di prezzo occulti dei quali dobbiamo essere consapevoli.

 

5: FATE UN CONTROLLO FINALE DEL CARRELLO

 

Prima di pagare, controllate cosa avete acquistato e verificate se c’è qualcosa di cui potete fare a meno.

 

6: CONFRONTATE I SUPERMERCATI

 

In genere si tende a fare la spesa nel supermercato più comodo. Ci sono però alcuni prodotti convenienti in alcune catene ed altri in altre; se proprio non riuscite a dividere la vostra spesa in maniera da acquistare i prodotti migliori nel supermercato più conveniente, cercate almeno di fare la spesa nel supermercato che vi offre il migliore rapporto qualità/prezzo.

 

7: ACQUISTATE PRODOTTI A KM ZERO

Se ne avete la possibilità, preferite prodotti locali (regionali e nazionali)  e di stagione: per non favorire l’inquinamento, perché sono più nutrienti (non avendo effettuato  lunghi viaggi), per salvaguardare  l’economia e le tradizioni italiane e  per supportare l’economia locale: non possiamo lamentarci del fatto che i piccoli negozi chiudono se non andiamo mai a farci la spesa.